Quali sono i vantaggi per i paesi che ospitano la Coppa del Mondo?

Quando si tratta della Coppa del Mondo FIFA, spesso i vari paesi devono affrontare una concorrenza agguerrita per aggiudicarsi l’opportunità di ospitare il torneo. Tuttavia, gloria nazionale a parte, quali sono i vantaggi economici che i paesi ospitanti derivano da questo evento di risonanza mondiale? Molte stime indicano che i vantaggi a lungo termine sono molteplici, ad esempio l’aumento del tasso di occupazione, la spinta all’economia e l’eredità di infrastrutture nazionali.


Infrastrutture

L’organizzazione di un evento di tale vasta scala presenta ai paesi ospitanti l’opportunità di effettuare investimenti considerevoli in un ventaglio di settori. Spesso la città ospitante beneficia di un ampliamento degli aeroporti e di un miglioramento degli stadi, dei sistemi trasporto e dei servizi informatici. La Coppa del Mondo consente di intraprendere progetti di ampio respiro grazie ad incentivi economici, nonché di ridurre le tempistiche necessarie a ultimare le infrastrutture. Pensate che l’Aeroporto di Heathrow a Londra si sarebbe dedicato alla costruzione della controversa pista “Runway 3” se l’Inghilterra non fosse il paese che ospiterà la Coppa del Mondo nel 2018?


Commercio globale

La Coppa del Mondo permette inoltre di incrementare il commercio internazionale e fornisce alle aziende del paese un respiro più globale.


Il calcio è un’industria globale multimiliardaria. Molti dei marchi più importanti al mondo si affidano in modo esponenziale alla forza del calcio e lo utilizzano come strumento di marketing nei propri affari. Le opportunità a disposizione sono molto particolari, poiché i tifosi nei vari continenti seguono le proprie squadre online e utilizzano la piattaforma del calcio per esemplificare la propria appartenenza alla squadra del cuore e ai marchi globali.


Sudafrica

In seguito all’organizzazione della Coppa del Mondo del 2010 a Cape Town, il panorama economico del Sudafrica ha subito modifiche radicali. La vita commerciale per i propri residenti è stata notevolmente semplificata grazie a strade, trasporti pubblici, telecomunicazioni e infrastrutture di nuova costruzione. Gli investimenti allocati per la costruzione di stadi hanno creato 6.000 posti di lavoro nuovi nel settore edilizio e i requisiti di sicurezza del torneo hanno visto l’assunzione di altri 40.000 poliziotti durante lo svolgimento del mondiale.


Inoltre, lo slancio della reputazione del Sudafrica ha permesso al paese di aggiudicarsi investimenti e visitatori. A differenza delle stime iniziali, secondo le quali i tifosi stranieri erano stati 450.000, stando alle cifre pubblicate dal Ministero degli Interni, nel paese ne sono arrivati 200.000 in più per assistere alle partite della Coppa del Mondo.


Il Sudafrica è stato ribattezzato meta turistica incentrata sullo sviluppo di un modello d’affari atto a ospitare eventi sportivi di portata mondiale. Ad esempio, dopo la Coppa del Mondo, a Johannesburg è stata inaugurata la prima Conferenza internazionale del turismo sportivo e nella provincia di KwaZulu-Natal sono stati organizzati i Campionati del mondo di BMX. Sono inoltre aumentate le prenotazioni alberghiere, i noleggi auto e le vendite di souvenir della Coppa del Mondo (tra cui le tanto odiate vuvuzelas).


Fonte: http://www.bbc.co.uk/news/10507663

 


Brasile

Sebbene quest’anno i mezzi di informazione di massa si siano concentrati sul pessimo stato in cui versa il paese ospitante, il Brasile continua a sperare di poter approfittare al meglio del torneo. Stando a una relazione elaborata da Ernst & Young Terco, stati creati 3,63 milioni di posti di lavoro nei settori edilizio, alimentare e delle bevande, servizi alle imprese, utenze, informatico e turistico del Brasile.


Fonte: http://bleacherreport.com/articles/2084427-how-brazil-hopes-to-get-rich-off-the-2014-world-cup

Grazie a miglioramenti alle infrastrutture che rafforzano la competitività del Brasile in quanto meta turistica e l’elevata esposizione del paese sulla scena internazionale, negli anni a venire il Brasile può sperare in un aumento notevole dei flussi di turisti ma anche del turismo all’interno del paese.


Fonte: http://www.breakingtravelnews.com/focus/article/fifa-world-cup-2014-tourism-in-brazil/

Lo sviluppo globale è estremamente importante in Brasile, dove le piccole e medie imprese rappresentano solo l’1% delle esportazioni. Nei mesi di preparazione, il Brasile ha visto un afflusso di imprenditori stranieri, che si sono recati nel paese per fare affari; gli stessi vi faranno ritorno durante lo svolgimento del torneo. Se sapranno giocare bene le proprie carte, gli imprenditori brasiliani potrebbero approfittarne per stabilire legami commerciali solidi e di lunga durata. Grazie a questa esperienza, sarà possibile acquisire nuove tecnologie, approfondire le proprie conoscenze ed espandere il mercato dei consumi.


Fonte: http://www.worldcrunch.com/opinion-analysis/what-the-world-cup-will-do-to-brazil-039-s-economy/economy-corruption-tourism-football-investment-spending-money-debt/c7s14631/#.U6Ket5RdVZs


Condividi questa storia

Sign up to our newsletter

Sign up